Proposed Theses

Contestualmente all'attività di ricerca dell'ISGroup, sono disponibili numerose tesi interne per Laurea Specialistica e Laurea Triennale nell'ambito della gestione del dato e dell'informazione. Per una descrizione completa e dettagliata contattare i docenti di riferimento. Alcuni dei macro-argomenti sono i seguenti:

knowledge

Industria 4.0 e tecnologie per le digital factory

L'industria manifatturiera sta entrando in una nuova era digitale, denominata Industria 4.0, in cui le tecnologie ICT e le applicazioni per la collaborazione saranno integrate con pratiche e processi produttivi tradizionali per aumentare flessibilità e sostenibilità nella produzione, mass customization, aumento dell'automazione, migliore qualità e miglioramento della produttività. Ciò si traduce in una forte evoluzione tecnologica ma anche in un'estensione senza precedenti dei sistemi informativi delle aziende. Una fabbrica digitale (digital factory) è definita come un'integrazione a più livelli delle informazioni relative alle varie attività lungo la fabbrica e le risorse correlate alla produzione del ciclo di vita del prodotto. Un aspetto centrale di una fabbrica digitale è quello di consentire agli stakeholder del ciclo di vita del prodotto di collaborare con soluzioni software innovative. Nell'ambito del progetto europeo FIRST (https://darwin.bournemouth.ac.uk/first/bin/view/Main/), sono disponibili tesi che riguardano le principali innovazioni tecnologiche per il supporto all'interoperabilità nelle digital factory.

Per informazioni più dettagliate rivolgersi a:  federica.mandreoli@unimore.it 

knowledge

Dashboard intelligente per la composizione di Tweet in ambito cultural heritage (web / iOS / Android)

Scrivere tweet di successo è più difficile di quanto pensino i manager dei social media. Oltre a sapere quando pubblicare tweet per la massima esposizione, è necessario sapere quale argomento, hashtag e struttura linguistica funzionano meglio per generare like e retweet. Inoltre, è fondamentale determinare quali caratteristiche del contenuto (immagini, contenuti multimediali, ecc.) danno il meglio per aiutare il tweet a spiccare sui social feed. Sono disponibili tesi per progettare e provare sul campo innovativi algoritmi intelligenti oltre che un dashboard grafico (tecnologia web / mobile, iOS/ Android) dedicato. Questi strumenti potranno sostenere campagne di comunicazione e marketing efficaci nel settore dei Beni Culturali, fornendo: (a) una panoramica costantemente aggiornata della potenza comunicativa di un account Twitter rispetto ai concorrenti; (b) strumenti efficaci per scrivere tweet di successo e prevederne l'impatto prima di pubblicarli.

Per informazioni più dettagliate rivolgersi a:  federica.mandreoli@unimore.itriccardo.martoglia@unimore.it

knowledge

Intelligenza artificiale e graph analytics per Digital Work analysis

La digitalizzazione dell'ambiente di lavoro è un fenomeno diffuso che coinvolge sia le industrie manifatturiere che quelle dei servizi. Una semplice definizione di digitalizzazione è: gli atti di lavoro sono sempre più concepiti ed eseguiti all'interno di piattaforme digitali per mezzo di dispositivi digitali. Nell'ambito di questa ricerca, raccoglieremo e analizzeremo congiuntamente dati qualitativi e quantitativi sulle attitudini dei lavoratori (indagini) cercando di correlarle al loro maggiore o minore utilizzo di tecnologie digitali sul lavoro (compresi i dati da intranet aziendale, sensori biometrici e app mobili). Verranno utilizzate, tra le altre, tecniche di graph analytics e intelligenza artificiale. In questo modo acquisiremo approfondimenti sulle relazioni tra atteggiamenti dei dipendenti e comportamenti del lavoro digitale.

Per informazioni più dettagliate rivolgersi a:  federica.mandreoli@unimore.itriccardo.martoglia@unimore.it

knowledge

Monitoraggio e mining di dati clinici per infection control e stewardship antibiotica

Il controllo delle infezioni, in particolare il monitoraggio della diffusione di infezione e la sua gestione, nonché una gestione coordinata e multidisciplinare delle terapie antimicrobiche, sono questioni chiave per raggiungere risultati clinici ottimali e ridurre i costi sanitari. Sono per questo necessarie nuove tecniche di gestione e monitoraggio di big data eterogenei (dati clinici ed epidemiologici locali, storia medica, dati da sensori, ecc.) che sfruttino gli ultimi sviluppi in ambito streaming, data mining, ricerca approssimata e intelligenza artificiale.

Per informazioni più dettagliate rivolgersi a:  federica.mandreoli@unimore.itriccardo.martoglia@unimore.it

knowledge

Gestione, analisi ed interrogazione di Big Data

La quantità di dati generati è sempre maggiore: dai telefoni, alla carte di credito usate per gli acquisti, dalla televisione agli storage necessari per le applicazioni dei computer, dalle infrastrutture intelligenti delle città, fino ai sensori montati sugli edifici, sui mezzi di trasporto pubblici, ecc. Per la gestione, l'analisi e l'interrogazione di tali quantità di dati è fondamentale conoscere le nuove tecnologie e piattaforme Big Data. In particolare, potranno essere approfonditi aspetti riguardanti lo studio di prestazioni, anche comparativo, dei principali sistemi (MongoDB, Neo4j, ...) e tecnologie (Hadoop, Spark, ...) nell'ambito di svariati ambiti applicativi, dall'analisi di dati social, all'interrogazione approssimata di dati a grafo, all'analisi di dati e feedback di vendita.

Per informazioni più dettagliate rivolgersi a:  federica.mandreoli@unimore.itriccardo.martoglia@unimore.it

knowledge

Interrogazione avanzata di dati knowledge base e social graph

Le grandi knowledge base (quale quella di Google Knowledge Graph e Freebase), i dati Linked Data in forma di grafo, i grafi sociali (quali Facebook Open Graph) e le comunità Web 2.0 aprono sempre nuove opportunità per una ricerca semantica in grado di soddisfare le esigenze informative avanzate degli utenti (anche in contesti di mobilità), pur mantenendo semplice ed immediata la costruzione dell'interrogazione in sé. I problemi da risolvere in questo caso sono numerosi, dallo studio dei nuovi tipi di sorgenti informative, alle loro modalità di interrogazione, dalla selezione delle sorgenti più adatte a rispondere all'interrogazione, alla possibile interoperabilità tra i dati delle sorgenti, eterogenei in formato, lingua e contenuti.

Per informazioni più dettagliate rivolgersi a:  federica.mandreoli@unimore.itriccardo.martoglia@unimore.it

context

Sviluppo di applicazioni dipendenti dal contesto

(nell’ambito del progetto Ambit)

Nell'ambito del progetto AMBIT (Algorithms and Models for Building context-dependent Information delivery Tools), l'obiettivo è di studiare e sviluppare un’architettura software prototipale per lo sviluppo di applicazioni e sistemi dipendenti dal contesto, cioè strumenti in grado di fornire agli utenti servizi che siano personalizzati proprio in base al contesto nei quali essi si trovano ad operare. Preliminari saranno lo studio di modelli, algoritmi e strutture dati per la rappresentazione e manipolazione dei contesti. Caratteristica innovativa sarà lo studio e l'implementazione di un concetto di contesto molto ampio, comprendente (fra gli altri) la modellazione dell’ambiente esterno, il profilo dell’utente e la storia delle azioni da esso intraprese. Tra i campi applicativi che si potranno considerare: pubblicità on-line, applicazioni interattive per la valorizzazione del territorio, help-desk intelligenti.

Per informazioni più dettagliate rivolgersi a:  riccardo.martoglia@unimo.it

apple-app-store

Sviluppo di app per dispositivi mobili iOS e Android

Sono disponibili tesi riguardanti lo sviluppo di software per dispositivi mobili (iOS, Android), anche in ambiti legati ai progetti di ricerca attivi. Potranno essere approfondite tecniche di programmazione nativa (Objective C per iOS, Java per Android), oppure innovative tecniche per la programmazione multipiattaforma. Nel caso di sviluppo su dispositivi iOS, la tesi verrà svolta nell'ambito dell'Apple iOS Developer University Program che fornirà accesso a tutti gli strumenti necessari per lo sviluppo e la pubblicazione dell'app.

Per informazioni più dettagliate rivolgersi a:  riccardo.martoglia@unimore.it

Database_3

Applicazioni web e/o mobile per lo studio e la progettazione di basi di dati

Nell'ambito delle basi di dati, ci si propone di realizzare applicazioni web (es. HTML5) o mobile (per smartphone iOS o Android) in grado di automatizzare e agevolare i compiti del progettista database, e al tempo stesso di aiutare didatticamente nello studio e nella pratica della realizzazione di una base di dati. Svariate le tematiche e gli obiettivi specifici, tra i quali: studio di dati derivati, disegno interattivo di diagrammi E/R, progettazione logica assistita, ottimizzazione degli accessi e scelta degli indici più convenienti, ...

Per informazioni più dettagliate rivolgersi a:  riccardo.martoglia@unimore.it